Cultura e Spett. Provincia

Naro, passi in avanti per il ripristino della chiesa di Sant’Agositno

Naro. Sono stati fatti passi in avanti per l’avvio dei lavori per la manutenzione straordinaria relativa alle coperture della chiesa Sant’Agostino (sita in piazza Padre Favara) che, durante il weekend appena trascorso, è stata al centro dell’attenzione turistica, perché inserita assieme ad altri tre beni naresi, tra i luoghi visitabili durante le giornate di primavera indette dal Fai. Infatti, il giovedì appena trascorso, si è provveduto ad approvare il progetto esecutivo in linea tecnica dei lavori di manutenzione redatto dall’ing. Puma.

Il progetto è legato al finanziamento, confermato nel mese di settembre dello scorso anno, che prevede dei fondi per il recupero di alcuni edifici di culto di Agrigento e paesi limitrofi, tra cui, appunto, anche la chiesa narese di Sant’Agostino.

Nel dettaglio, il progetto esecutivo, da poco approvato, prevede un importo totale di 798.500 euro, divisi in poco più di 610 mila euro per l’ammontare dei lavori (529 mila euro a base d’asta e 81 mila per gli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso d’asta) e di poco più 188 mila euro per altre spese da sostenere (spese tecniche, tasse, ecc.).

Era stato il primo cittadino Lillo Cremona, nello stesso mese di settembre, tramite un comunicato in cui ringraziava anche gli onorevoli Margherita La Rocca Ruvolo e Vincenzo Fontana che si erano impegnati per il raggiungimento dell’obiettivo, ad annunciare l’arrivo nella Fulgentissima della consiste somma necessaria a far partire i lavori di rifacimento di parte della copertura dell’ex monastero di Sant’Agostino.

Si tratta di un’ottima notizia perché una volta avviati e conclusi i lavori si riuscirà a dare maggiore stabilità ad una struttura religiosa ancora operativa, ricca di tesori e di inestimabile valore storico, artistico e culturale per la comunità narese.