Favara Politica Primo piano

Favara. Fondi Anas. Il consigliere comunale Salvatore Giudice: “Tratti di Che…? Di Bitume!”

Eravamo certi che la distribuzione dei 300.000,00 euro dei fondi compensativi dell’ANAS e la relativa scelta da parte dell’Assessore Nicotra e dell’intera giunta pentastellata, di scegliere certe Vie -oggetto di solo “bitume” e altre di intero rifacimento, senza essere a conoscenza del criterio di scelta utilizzato- non sarebbe passato sotto silenzio da parte dei consiglieri di opposizione. Oggi interviene, in merito alla questione, il consigliere comunale Salvatore Giudice.

Le strade di Favara si presentano oggi in uno stato di manutenzione disastroso. Pochi, anzi pochissimi, i tratti di strada non interessati da buche o altri pericoli”. Inizia così la nota stampa dell’architetto Salvatore Giudice. “Qualche giorno addietro apprendevamo che Favara occupa il (preoccupante…) 288° posto (su 390 Comuni siciliani) nella graduatoria inerente la raccolta differenziata. Per nostra “fortuna”, nessuno ha incaricato lo stesso ufficio della Regione Sicilia a stilare una graduatoria in merito alla manutenzione delle strade comunali, altrimenti – alla data odierna –  Favara, verosimilmente, occuperebbe il 390° posto su 390 Comuni! Ad aiutarci a scalare qualche posizione in questa immaginaria graduatoria- continua Giudice- arrivano nelle casse comunali i famosi 300.000,00 euro relativi ai fondi compensativi ANAS, da spendere obbligatoriamente per la manutenzione delle strade. Una cifra sufficiente ad eliminare i pericoli maggiori e a ridare un po’ di dignità alle strade principali, come gli ingressi alla Città, le strade in prossimità di strutture pubbliche, scuole e quant’altro. Durante l’adunanza del Consiglio Comunale del 27 marzo 2018, relativamente a come – e soprattutto dove – impiegare i 300.000,00 euro, l’Amministrazione grillina, su tutti nella persona dell’Assessore ai lavori pubblici, prendeva pubblicamente l’impegno di confrontarsi con i consiglieri comunali, al fine di individuare, insieme, le strade su cui intervenire. Nell’esclusivo interesse del bene della Città di Favara. Invece, cosa succede? A sorpresa la Giunta Comunale con Delibera n. 30 del 11.04.2018 decide come (e dove) spendere i 300.000,00 euro. Senza confronto con nessuno. E senza attenersi a quei principi di trasparenza grillina che tutti i cittadini si aspettavano. Ma la poca trasparenza, e la conseguente trasformazione del “palazzo di vetro” in “bunker di cemento armato”, oramai non fa più notizia. Andiamo comunque al sodo. La domanda che ci si potrebbe porre, leggendo l’elenco delle Vie oggetto di interventi di “tratti di bitume” (…) individuati dall’Amministrazione, è secondo me la seguente. Perché intervenire su una Via “non principale” (come ad esempio Viale Stati Uniti – non me ne vogliano i residenti, si sta solo facendo un esempio…) e non intervenire su un tratto dissestato e pericoloso di Viale Aldo Moro che invece è universalmente riconosciuta come strada “principale”, sede di attività commerciali e scuole? E che dire dell’intervento in Via Che Guevara?? Solo “Tratti di bitume” anche lì?  Non credo…Da troppo tempo questa importante strada “principale” necessita di un intervento risolutivo per la sicurezza dei residenti e dei passanti. Non ricapiterà in tempi brevi di avere la possibilità di spendere nuovamente 300.000,00 euro per la manutenzione delle strade comunali. Quindi questi soldi andrebbero spesi bene! Anche in tema di manutenzione delle strade- termina il consigliere comunale di Favara- l’Amministrazione grillina fa acqua da tutte le parti. Ribadisco la mia convinzione che la Città di Favara ha bisogno di cambiare Amministrazione”.