CRONACA Favara Primo piano

Favara. Fondi Anas per ripristino manto stradale. Non ci stanno gli abitanti di Via Che Guevara, interessati solo da “tratti di bitume”

Con DELIBERA DI GIUNTA DG n 30 RG DEL 11/04/2018 “ATTO DI INDIRIZZO POLITICO: INDIVIDUAZIONE STRADE DEL COMUNE DI FAVARA PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA CON FONDI COMPENSATIVI ANAS”, per un importo di Euro 300.000,00, la Giunta comunale di Favara ha individuato le Vie interessate ai lavori di manutenzione. Queste sono: Strada Piazza Cavour, Via Castello, tratto Via Arco Cafisi con pavimentazione artistica. E poi tratti di bitume delle Vie Che Guevara, Taruffi, Ferrari, Ambrosini- Lando Conti, Ten. Col. Russo, Europa, Stati Uniti, Saragat, Machiavelli, Alberti, Alberti, Crispi, Sold. Parrino, Berlinguer, Sold. Agliata, Sold. Scariano, Aragona, Mendola, Campania, Aosta, Avellino, Ancona, Bari, Compagna, Agrigento alta, Corso Vittorio Veneto (tratto Centro Cosmesi) ed ex strada 189 zona industriale. Ma gli abitanti di Via Che Guevara, importantissima via di collegamento tra Favara ed Agrigento, nonché via destinata al passaggio giornaliero di macchine e di mezzi a due ruote poiché sede di due Istituti Scolastici Superiori, ormai da più di un anno versa in condizioni disastrose ma, soprattutto, pericolose per la viabilità. Da ieri sera, utilizzando il mezzo social più diffuso, Facebook, Salvatore Ferraro- abitante di Via Che Guevara-  lancia una provocazione all’Amministrazione pentastellata, corredata di foto, chiedendo la massima condivisione del post da parte dei favaresi. Post che è arrivato anche a noi di Favaraweb. Questo quanto si legge nello sfogo di Salvatore Ferraro. “Voglio ringraziare il comune di Favara per aver messo “IN CANTIERE” la sistemazione delle strade, perché dopo aver stanziato 389 mila euro, L’ANAS ED ALTRI, pensano e gli interessa PIAZZA CAVOUR e le vie dove abitano gli assessori ed enti comunali. Mettono 3 segnali di divieto ed 1 di pericolo, in VIA CHE GUEVARA così limitano il passaggio e “TUTTO PROCEDE PER IL MEGLIO”. Prego la condivisione di tutti per far capire al COMUNE DI FAVARA che non esiste solo la convenienza ma tutta FAVARA!!!”.

Abbiamo raggiunto telefonicamente Salvatore Ferraro e, oltre a sottolineare la situazione di pericolo che vivono da molti mesi gli abitanti di Via Che Guevara e chiunque transiti in questa importante arteria di collegamento, e nonostante le numerose segnalazioni senza mai aver avuto riscontro, ad oggi alla notizia dei 300.000,00 euro stanziati per gli interventi di manutenzione straordinaria, pensavano ad un intervento più incisivo di quella voragine, e non solo “tratti di bitume” per coprire provvisoriamente le buche. Inoltre, lo sconforto, di sentirsi abitanti di Serie B perché in quella zona non abita nessuno “di importante”.

Consapevoli che Piazza Cavour, oltre ad essere sede del Municipio, è anche il famoso “salotto” buono di Favara, ma siamo certi che la “pavimentazione artistica” nel tratto Via Arco Cafisi- come si legge nella delibera di giunta- rientri nei lavori di manutenzione straordinaria, certi poi del costo sostanzioso, a discapito per esempio di Via Che Guevara? Si pensa realmente che mettendo “tratti di bitume” si sia risolto il problema? Noi di Favaraweb ci facciamo messaggeri di questa situazione. Perché non è la prima volte che chi non sta in Piazza Cavour o vie limitrofe, non si senta preso in considerazione!