Favara Politica Primo piano Provincia

Favara Ovest. Non si raccoglie l’immondizia da giorni. La rabbia degli abitanti che si sentono “Cittadini di serie B”

 

Dal 1 gennaio 2019, la raccolta dei rifiuti per gli abitanti di Favara Ovest o Agrigento Est, non viene più eseguita da Favara ma diventa competenza esclusiva di Agrigento. Il risultato? Un vastissimo quartiere, composto da più di 800 persone, che si trova immerso nella spazzatura. E non in senso figurato. Reali cumuli di rifiuti, stanziano da giorni nelle zone che circumnavigano Viale Progresso. Ad aggravare una già insostenibile situazione, l’arrivo di cartelle esattoriali emesse da Agrigento, risalenti al 2011, da cifre stellari! E mentre la sindaca di Favara Anna Alba con uno sterile post su Facebook annunciava la “provocazione” nel non raccogliere più la spazzatura nelle zone di Favara Ovest, la Città dei Templi non è stata tempestiva nell’attivare il servizio a partire dal 1 gennaio 2019. Arrabbiati i cittadini del popolato quartiere FavAgrigentino, i quali si sentono traditi dalla sindaca di Favara ed abbandonati da quello di Agrigento. Per tale motivo nel pomeriggio di oggi, una nutrita delegazione si è riunita in un magazzino privato in Viale Progresso ed hanno discusso della difficile situazione. Noi eravamo presenti ed abbiamo registrato- a microfoni e telecamere spente- il disagio, la rabbia e la delusione di questi abitanti i quali si definiscono “cittadini di serie b”. “Non si è vista nemmeno l’isola di prossimità – dice l’avvocato Giuseppe Fanara, abitante della zona, che ha presieduto l’assemblea – dove conferire i rifiuti né ci è stato comunicato dove sarebbe stato posizionato il mezzo”.

In base alle assicurazioni, almeno per il primo periodo, si sarebbe dovuto procedere con la messa a disposizione degli abitanti di un furgone presso l’area di proprietà comunale per poter conferire ogni giorno, dalle ore 7 alle ore 10, il rifiuto differenziato secondo il calendario in vigore presso il Comune di Agrigento che prevede il lunedì la raccolta dell’umido e della carta; il martedì della plastica; il mercoledì dell’umido; il giovedì del residuo secco; il venerdì della plastica e sabato dell’umido e del vetro. Dunque, un calendario di conferimento della spazzatura diverso rispetto a quello di Favara. Ora, gli abitanti non sono disposti a sottostare a questa ulteriore mancanza di sensibilità nei loro confronti e si sono dati appuntamento per venerdì alle ore 10 ad Agrigento con la speranza di essere ricevuti dal sindaco Lillo Firetto. Ad onore di cronaca, presenti anche l’ex consigliere comunale di Favara Antonio Palumbo e l’ex consigliere comunale di Agrigento Giuseppe Di Rosa. Presente in sala anche l’attuale consigliere Salvatore Giudice poiché abitante di Favara Ovest. Nel frattempo, notizia che arriva mentre scriviamo, l’assessore Nello Hamel ci informa che domani mattina inizierà il servizio di raccolta con l’utilizzazione di un autocompattatore nella disponibilità dell’azienda Iseda. Il mancato avvio del servizio, in base a quanto in precedenza comunicato, sarebbe dipeso da problemi organizzativi risolti solo nel pomeriggio di oggi.

Nel prossimo articolo le interviste e le foto.