Cultura e Spett. Eventi Favara Primo piano

Favara. Si riparte con l’organizzazione del Carnevale 2019

 

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato la notizia che si erano sospesi i lavori per la realizzazione del Carnevale 2019 a Favara. I toni erano amari e dispiaciuti anche perchè abbiamo scritto solo una parte delle cose che ci avevano raccontato gli organizzatori. Il resto, ancora più triste che riguardava la poca collaborazione, lo abbiamo tenuto per noi. Ma siamo contenti che, dopo il nostro articolo, Favara e le associazioni si sono mosse per rimettere in piedi la macchina organizzativa del Carnevale. E proprio ieri sera, Rino Vetro comunica che “Il Comune di Favara, in collaborazione con il comitato carnevalesco favarese “Terribile club” e Ass. AIDO provinciale, anche quest’anno e con grande determinazione assicureranno la realizzazione del Carnevale Favarese.
Nonostante si prospettasse la possibilità secondo la quale il carnevale sarebbe stato annullato per motivi economici-si legge nella nota-  l’amministrazione tutta e senza distinzioni di colori politici, con grande senso di appartenenza si è autotassata per provvedere a reperire le risorse necessarie per l’organizzazione della manifestazione. Contestualmente si è attivato il comitato “Terribile club”, con a capo il presidente Rino Vetro che, a proprie spese, ha provveduto alla stampa dei biglietti per il sorteggio previsto il giorno di martedì grasso ed il cui ricavato servirà per finanziare le varie attività previste in seno all’edizione 2019 del Carnevale Favarese. Naturalmente il fulcro della manifestazione carnevalesca ruoterà intorno ai bellissimi carri allegorici che prevederanno la realizzazione del  Carro di “Topolino”, a cura dell’associazione Fradici Runner e Gruppo Via Agrigento presieduta da Piero Vella;  il carro di “Pinocchio”, realizzato dal comitato Poggio e presieduto da Salvatore Selvaggio ed  il carro “Malati di social” realizzato dall’associazione AICS soccorso sanitario, presieduta da Davide Russello.
In tal senso un sentito ringraziamento è rivolto a tutti coloro che, con sacrificio e dedizione, consentiranno la realizzazione di una manifestazione molto sentita nel territorio, riattivata lo scorso anno dopo tanti anni di assenza”.