CRONACA Primo piano

Lido Zingarello. Proteste dei villeggianti. Turni idrici insopportabili

pegasopegasopizzeria reginald

L‘estate volge al termine ma la frazione balneare di Zingarello, frequentata da molte famiglie favaresi ma amministrativamente appartenente al Comune di Agrigento, sembra abbandonata da Dio e dagli uomini. L’acqua, elemento vitale per l’uomo, durante l’estate arriva ogni otto giorni. Nell’ultimo periodo i turni si sono ulteriormente allungati toccando punte di 15 giorni. L’ultima erogazione è avvenuta giorno 3 settembre. “Siamo in un paese civile? Siamo nel 2022? Ci sono responsabilità civili o penali? – si chiedono i villeggianti ma anche chi ci abita d’inverno – Ci rivolgiamo alle Autorità responsabili per evitare questi problemi in una zona dove soggiornano vecchi, bambini e fortunatamente anche dei turisti”. L’appello sarà recepito? Anche nella frazione di Lido Cannatello i turni si attestano intorno agli 8 giorni costringendo gli abitanti a dotarsi di grandi recipienti, con l’installazione e la manutenzione che richiedono costi non indifferenti. Per evitare disfunzioni c’è chi continua a rivolgersi ai gestori delle autobotti private. E tutto ciò mentre si avvicina il giorno delle elezioni con promesse che sembrano poter risolvere tutti gli atavici problemi di cui è afflitta la popolazione del sud. E siccome siamo a mare, si possono considerare promesse da marinaio?

COOPERATIVA SANTANNA