Favara Politica Primo piano Riceviamo e pubblichiamo

Politica. Il consigliere Laura Mossuto: “IL TERZO RIMPASTO”

Riceviamo e pubblichiamo

Volendo fare il punto, è certo che i favaresi non conoscono la neo nominata assessore al Bilancio….ma conoscono la situazione del Bilancio e non stento a credere che nessuno abbia voluto assumere un incarico a mio giudizio impossibile.

Vedendone il curriculum non ho ravvisato particolari competenze in materie finanziarie né mi risulta a Bagheria abbia fatto miracoli ma evidentemente gode della stima incondizionata della Sindaca.

Mancano ancora due Assessori che ci auguriamo saranno capaci di limitare i danni ci auguriamo servizi, scuole sicure, piscine riaperte, controlli del territorio, turismo, trasparenza amministrativa e politica ma la sensazione è che cambierà davvero poco.

Perché è evidente a tutti che questa maggioranza grillina abbia deciso di farla davvero male la politica.

Stupiscono, in particolare, le dichiarazioni dell’ Onorevole locale Giovanni Di Caro, che ancora una volta, prende le distanze dalle scelte della Sindaca ( che gli assessori li nominino i sindaci lo sapevamo da prima..).

Certo, a ben riflettere,  non dovrebbe meravigliare..nei mesi scorsi l’ On Le Di Caro è stato capace di dissociarsi – come l’ ex capogruppo grillino Sanfratello ed altri dirigenti della prima ora – dalla Giunta che lui stesso ha contribuito a creare (la Sindaca, per la verità ha detto imporre..…) salvo poi essere smentito dai diretti interessati che, infine, in un moto di dignità, si sono dimessi risentiti con la Sindaca per non essere mai stati accettati totalmente!!! 

Mai una parola da parte degli stessi amministratori, invece, avverso la dissociazione dell’ onorevole e del capogruppo sulla loro nomina!!

Infine in consiglio comunale assistiamo a repentini cambi di umore dei consiglieri grillini che a seconda del vento votano o non votano questo o quel provvedimento, sempre senza motivare il disappunto rispetto alle scelte dell’ Amministrazione. 

Se qualcuno pensa che dietro questi ripensamenti ci siano nobili ragioni, a mio giudizio, sbaglia o pensa troppo in buona fede.

Sta accadendo esattamente ciò che è sempre accaduto con la “ vecchia” politica a tutte le amministrazioni ed in tutti i Consigli Comunali.

Il fatto inequivocabile è uno ed è evidente e cioè che se a parlare del bene del paese siamo tutti bravi a farlo molto meno. Ho sentito troppo spesso recentemente dissociazioni di comodo in un momento in cui la classe dirigente grillina ( dal consigliere comunale al Sindaco) -se esiste- dovrebbe, forte dei numeri, coalizzarsi e lavorare sodo per rimediare ai tantissimi errori fatti o prendere atto di non esserne capace e lasciare. 

La Sindaca è sola e lo è certamente per la propria arroganza politica ma anche perché l’ intero movimento -che pure a Favara ha fatto il pienone elettorale e che amministra, potendo contare su deputati nazionali e regionali, con una maggioranza bulgara sta palesando tutti i suoi limiti di preparazione politica, di coraggio e di capacità.

L’ alibi del dissesto non regge più…perché nessuno -a suo tempo- forte del consenso popolare, ha avuto il coraggio di spiegare che il dissesto avrebbe significato proprio questo, non avere disponibilità economica neppure per riparare una buca!!! 

Era più comodo dare la colpa agli altri e giustificarla come una scelta obbligata. Oggi capiamo che obbligata, in effetti, era ma solo dalla incapacità di chi amministra.

Laura Mossuto