Favara Politica Primo piano

Politica. Il consigliere Sanfratello: “Favara ha bisogno di un sindaco presente in città, invece ad oggi vi è una totale assenza”

Dopo una lunga e travagliata riflessione, il consigliere comunale Carmelo Sanfratello comunica con rammarico la sua immediata uscita dalla maggioranza consiliare.  

“Il ruolo del consigliere comunale – scrive il consigliere – è un compito complesso e difficile che richiede passione, dedizione e competenze ben precise. Esso deve essere in grado di dare delle risposte concrete ai cittadini capendone le necessità e i bisogni, ma ahimè con questa amministrazione dare delle risposte risulta assai complesso.  Ho sempre cercato di dare il mio contributo fattivo senza far mancare mai il personale sostegno a questa maggioranza a eccezione di rari casi in cui ho avuto legittimi dubbi o perplessità su determinati atti amministrativi.

A 3 anni del mandato elettorale ciò che rimane in me è un grande senso di impotenza e il mancato coinvolgimento nelle scelte politiche e nella programmazione (qualora ci sia) da parte dell’amministrazione.  La mia è una decisione amara poiché ho creduto fermamente in questa esperienza amministrativa, ma alcune scelte poco trasparenti e i risultati tutt’altro che soddisfacenti hanno fatto venire meno la mia fiducia. Si va avanti con sterili slogan piuttosto che concentrarsi sulla buona amministrazione e su scelte che possono far progredire la nostra comunità. Favara è in piena crisi economica e igienico sanitaria, numerosi sono i segnali di aiuto che i nostri cittadini chiedono a cui non seguono risposte, insomma se non interviene il privato il problema non si risolve.

Favara ha bisogno di essere amministrata, di un sindaco presente in città che informi i cittadini su quale idea di città intende portare avanti, invece ad oggi vi è una totale assenza.

Detto ciò, e ribadendo di ritenermi indipendente da questa maggioranza consiliare che sostiene il sindaco Alba, mantenendo l’impegno preso con i miei elettori voterò ogni provvedimento che riterrà utile per la crescita civile, sociale ed economica della nostra città, oltre a svolgere il mio ruolo di controllo ed a rispettare e far rispettare le proprie prerogative”.