Favara Politica

Politica. Il Gruppo Misto in Consiglio Comunale smentisce ancora una volta le dichiarazioni della sindaca Alba sulla destinazione dei Fondi ANAS

 

Martedì mattina, ai nostri microfoni, la sindaca Anna Alba incalzata dalle domande dirette relative ai Fondi Anas, ha affermato che la scelta di destinarli su più zone di Favara, è “passata anche dal Consiglio comunale”. Dopo le immediate dichiarazioni dei dissidenti del Movimento 5 Stelle Sanfrartello, Sorce e Sciara, anche i consiglieri del Gruppo Misto non ci stanno ad accollarsi tale dichiarazioni. Infatti, mentre è in corso la conferenza stampa per parlare dell’approvazione del bilancio, Sergio Caramazza, Marilì Chiapparo, Rossana Castronovo e Vito Maglio, inviano in redazione una nota stampa nella quale spiegano in modo chiaro ed incisivo, quello che effettivamente si è consumato in Consiglio comunale in merito ai Fondi compensativi ANAS.

“La Sindaca ha dichiarato a Favaraweb che la decisione di destinare buona parte dei fondi ANAS per il rifacimento della Piazza Cavour (invece che, ad esempio, alla Via Che Guevara) sarebbe stata una scelta “passata anche dal Consiglio Comunale”. Questo è falso. Il Sindaco deve rettificare le sue dichiarazioni, assolvere il Consiglio Comunale e prendersi la responsabilità di una scelta della sua Giunta. Il Consiglio Comunale non è mai stato chiamato a votare nel merito degli interventi, né ha mai espresso apprezzamento per le scelte dell’Amministrazione in questa vicenda. Anzi, l’elenco di vie segnalate dai cittadini come bisognose di manutenzione inviato dalla Commissione “Assetto del Territorio”, su iniziativa del consigliere del gruppo misto Sergio Caramazza che era stato contattato da numerosi cittadini disperati per le condizioni delle strade comunali, è stato completamente ignorato dall’Amministrazione, che ha deciso sugli interventi in assoluta autonomia.

 

 

Ed infatti alle rimostranze in Consiglio Comunale ed in Commissione Bilancio di Marilì Chiapparo che chiedeva che la spesa fosse indirizzata sulle strade (Via Che Guevara tra queste), l’ormai ex assessore al ramo rispondeva con una decisa rivendicazione della potestà della Giunta sulla scelta dei lavori da eseguire, sottolineando come il Consiglio Comunale potesse al più dare indicazioni. Molti consiglieri hanno da sempre manifestato all’assessore al ramo la contrarietà alla spesa di una notevole somma di denaro per il rifacimento della pavimentazione di una piazza di così recente fattura, per la manutenzione della quale lo stesso Consigliere Sergio Caramazza aveva insistito in più incontri, formali e non, perché si ricorresse agli operai comunali (si segnala a tal proposito anche l’occasione rappresentata dai prossimi cantieri di lavoro finanziati dalla Regione), specialmente in un momento in cui le strade di tutta la città sono ridotte a un colabrodo. È comunque in corso di stesura un’interpellanza del gruppo misto per chiedere all’amministrazione di indagare sulle cause e le responsabilità della rovina della pavimentazione di Piazza Cavour. Non possono essere sempre i cittadini a pagare”.