CRONACA Favara Primo piano

Precari Favara. Cisl diffida il Comune: «la situazione dei lavoratori è inaccettabile»

 

 

Questa mattina la Funzione Pubblica Cisl, in merito alla situazione dei lavoratori precari del comune di Favara, con una lettera ha diffidato l’amministrazione comunale a non interrompere arbitrariamente il loro rapporto di lavoro, che detta sospensione appare alla luce tutto illegittima.

Sotto potete leggere la diffida ufficiale inviata al comune di Favara:

Premesso che per il Comune di Favara, quale Ente che ha dichiarato dissesto finanziario, la spesa destinata al pagamento delle retribuzioni dei lavoratori contrattisti è totalmente a carico del bilancio regionale;

che ai sensi della Legge regionale n. 27 del 2016 la previsione di spesa del bilancio della regione copre la spesa totale per i lavoratori contrattisti di tutti i comuni in dissesto, e che dette somme impegnate nel bilancio Regionale sono somme che sono a destinazione vincolata;

che malgrado quanto sopra, l’Amministrazione comunale di Favara ha comunicato alle organizzazioni sindacali, nell’incontro tenutosi venerdì 22 settembre scorso, di volere sospendere i lavoratori con contratto a tempo determinato dal servizio;

che detta sospensione appare alla luce di quanto sopra del tutto illegittima, che, tra l’altro, la soluzione prospettata dalla Amministrazione ovvero la sospensione dal servizio dei contrattisti, palesa ulteriori profili di arbitrarietà tenuto conto non è prevista né regolata da nessuna disposizione in tema di lavoro subordinato o da alcuna norma regionale in tema di lavoro precario.

Tutto ciò premesso con la presente, la CISL FP e la Funzione Pubblica CGIL a nome dei lavoratori che rappresentano diffidano l’Amministrazione del Comune di Favara a desistere dall’ adozione del provvedimento

anticipato nel corso dell’incontro dei giorni scorsi e a non procedere alla “sospensione” dei lavoratori contrattisti; ciò stante la palese illegittimità del provvedimento eventualmente adottato in violazione delle disposizioni che regolano il lavoro subordinato dei contrattisti e di ogni altra disposizione normativa nazionale e regionale.

Sin d’ora, si rappresenta, che laddove l’Amministrazione Comunale intendesse procedere, comunque, all’ adozione del provvedimento di sospensione si adiranno le vie legali a garanzia dei diritti dei lavoratori.

Diffida a procedere sospensione precari comune di favara.pdf

 

pini