Agrigento CRONACA Primo piano

AGRIGENTO: I CARABINIERI ARRESTANO PER RAPINA UN MINORENNE E DENUNCIANO UN ALTRO IN STATO DI LIBERTA’

pegasopegasopizzeria reginalddifferenziata

I Carabinieri della Stazione di Villaseta, sabato notte, hanno tratto in arresto un giovane di 16 anni e denunciato un altro 17enne entrambi residenti ad Agrigento, ritenuti responsabili del reato di rapina. Nello specifico, nella tarda serata di venerdì, la pattuglia della suddetta stazione mentre era impegnata nel consueto servizio di controllo del territorio notava i due giovani intenti a correre lungo la via Empedocle inseguiti da una terza persona. I militari riuscivano a bloccare la fuga del 16enne mentre l’altro giovane, comunque riconosciuto, riusciva a far perdere le proprie tracce.  Condotti in caserma, si riusciva a ricostruire l’accaduto: i due minori, dopo aver ottenuto un passaggio in auto da un 24enne di Agrigento, giunti all’altezza della zona comunemente nota come porta di ponte, con il pretesto di scambiare delle banconote ottenevano sessanta euro dallo stesso. Condotta la vittima in una scalinata buia sita alle spalle di piazza Pirandello, uno di loro estraeva e puntava contro la vittima un coltello, intimando allo stesso di non seguirli. Successiva, perquisizione personale permetteva, inoltre, di rinvenire in possesso del giovane una modica quantità di stupefacente del tipo hashish. Per i fatti appena descritti, dopo le formalità di rito, il 16enne veniva tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Palermo, condotto presso l’Istituto penale minorile “Malaspina”. L’altro complice, datosi alla fuga, veniva invece denunciato in stato di libertà. Questa mattina si è tenuta l’udienza di convalida, nel corso della quale l’arresto veniva convalidato e disposta la misura cautelare in carcere per il minore. Il successivo giudizio di merito, servirà a vagliare le responsabilità dei minori coinvolti, le quali non sono ancora definitivamente accertate.

COOPERATIVA SANTANNA