Politica Primo piano Provincia

Agrigento. Il consigliere comunale Nuccia Palermo (Lega): “Debiti fuori bilancio, uno stillicidio senza fine”

 

 

Parla di stillicidio senza fine la consigliera Capogruppo della Lega in Consiglio Comunale di Agrigento Nuccia Palermo, in merito ai debiti fuori bilancio.

“E’ uno stillicidio senza fine. Solo oggi circa 84.987 euro di debiti fuori bilancio attendono il riconoscimento di legittimità da parte del Consiglio Comunale di Agrigento”. Inizia così la nota stampa a firma della Palermo. “E’ snervante ritrovarci sempre spalle al muro e fucile puntato dinnanzi a migliaia di debiti fuori bilancio la cui responsabilità cade perentoria dapprima sugli uffici e poi sull’organo politico evidentemente incapace di guidare la macchina amministrativa. Da oggi si cambia musica – scrive il Capogruppo della LEGA, Nuccia Palermo – insisteremo , alle porte dell’ormai imminente dissesto finanziario , affinché il punto relativo alla costituzione di una commissione di indagine, voluta da me insieme ad altri 13 consiglieri comunali ben 8 mesi addietro, venga finalmente trattato con la consequenziale istituzione di quest’ultima. Mancano poche ore al Consiglio Comunale di questo pomeriggio e non intendiamo soprassedere rispetto alla necessità di porre fine al salasso continuo di cui soffre il Palazzo di Città. Analizzando i debiti fuori bilancio emergono tutta una serie di azioni arbitrarie e illegittime che hanno determinato la soccombenza in vari giudizi del nostro Ente con conseguente cospicuo esborso di denaro. Insomma, regna il caos! E a certificare l’assurdo modus operandi sono le osservazioni dei nostri Revisori dei Conti che non solo invitano l’Ente ad individuare eventuali responsabilità in capo ai nostri uffici ma soprattutto invitano il Segretario Generale del Comune di Agrigento a valutare e a tener conto di tali situazioni anche in sede di valutazione del personale. Insomma, è interesse del Consiglio Comunale fermare la grave emorragia che ha messo in ginocchio il nostro comune. Parlare di denaro – conclude Nuccia Palermo – infastidisce molti inquilini di Aula Sollano e nelle ultime ore ne abbiamo avuto contezza, ma rimane l’argomento principale per colpa del quale il nostro Ente rischia l’implosione!”