Pallacanestro Primo piano Sport

Basket. La Fortitudo Agrigento batte la NPC Rieti 93-68

pegasopegasopizzeria reginalddifferenziata

La Fortitudo Agrigento vince e convince, batte in modo determinante la NPC Rieti 93-68 e porta a casa due punti importanti. Era un match dalla chiave di lettura complessa in quanto la squadra di coach Cagnardi veniva dalla trasferta insidiosa persa a Cremona pochi giorni fa, mentre la squadra di coach Ceccarelli si è arresa a Cantù solamente nei tempi supplementari. Agrigento, però, mette subito in chiaro le cose e con uno sforzo fisico non indifferente domina il match sin dal primo quarto con un approccio devastante e le triple di Alessandro Grande in stato di grazia che portano ad un parziale di +18 nel primo quarto. 

La Fortitudo Agrigento vince e convince, batte in modo determinante la NPC Rieti 93-68 e porta a casa due punti importanti. Era un match dalla chiave di lettura complessa in quanto la squadra di coach Cagnardi veniva dalla trasferta insidiosa persa a Cremona pochi giorni fa, mentre la squadra di coach Ceccarelli si è arresa a Cantù solamente nei tempi supplementari. Agrigento, però, mette subito in chiaro le cose e con uno sforzo fisico non indifferente domina il match sin dal primo quarto con un approccio devastante e le triple di Alessandro Grande in stato di grazia che portano ad un parziale di +18 nel primo quarto.

COOPERATIVA SANTANNA

Ennesima prestazione maiuscola di Albano Chiarastella che chiude la partita con 6 punti, 8 rimbalzi e 9 assist. In doppia cifra anche Marfo con 13 punti e 6 rimbalzi, sempre più determinante nel gioco della Fortitudo.

Domenica prossima si gioca nuovamente al Palamoncada alle 12 contro la Juvi Cremona e coach Cagnardi, come sempre, guarda partita dopo partita: “Oggi non era facile vincere perché venivamo da una settimana difficile a livello fisico dopo la trasferta di Cremona ma i ragazzi hanno dato tutto ed ora pensiamo subito al match di domenica prossima”. Arrivano i complimenti da parte di coach Ceccarelli al termine della partita: “Agrigento secondo me esprime il miglior gioco di tutto il campionato guardando il livello dei roster e dei budget, oggi non siamo riusciti a recuperare la partita quando eravamo lì vicini, abbiamo sbagliato l’approccio e venire ad Agrigento e recuperare un parziale di 18 punti è molto difficile. Questo momento difficile si supera lavorando e centrando il prima possibile una vittoria che ridà il morale alla squadra”.

Moncada Energy Agrigento – Kienergia Rieti 93-68 (31-13, 16-24, 22-18, 24-13)
Moncada Energy Agrigento: Alessandro Grande 22 (2/3, 6/11), Lorenzo Ambrosin 19 (1/4, 4/7), Kevin Marfo 13 (4/8, 0/0), Daeshon Francis 10 (4/5, 0/0), Mait Peterson 9 (1/5, 0/0), Matteo Negri 9 (2/4, 1/2), Albano Chiarastella 6 (0/1, 2/3), Nicolas Mayer 3 (0/1, 1/2), Sadio soumalia Traore 2 (1/1, 0/0), Luca Bellavia 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Cuffaro 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 21 / 25 – Rimbalzi: 32 8 + 24 (Albano Chiarastella 8) – Assist: 22 (Albano Chiarastella 9)
Kienergia Rieti: Ruben Zugno 20 (4/6, 3/6), Jordan Geist 13 (5/10, 0/1), Marco Timperi 11 (2/3, 1/4), Darryl Tucker 10 (4/7, 0/1), Davide Bonacini 8 (2/4, 0/1), Nikola Nonkovic 3 (0/1, 1/1), Paolo Rotondo 2 (1/1, 0/0), Lucas Maglietti 1 (0/1, 0/0), Maurizio Del testa 0 (0/1, 0/2), Benjamin Marchiaro 0 (0/3, 0/0), Godwin Jhon 0 (0/0, 0/0), Alessandro Feliciangeli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 24 – Rimbalzi: 25 7 + 18 (Darryl Tucker 7) – Assist: 4 (Ruben Zugno, Jordan Geist, Davide Bonacini, Lucas Maglietti 1)