Favara Politica Primo piano

Buoni spesa per l’emergenza covid a Favara, ecco chi può richiederli e come

Il Comune di Favara ha approvato il finanziamento, pari a circa 313mila euro, di una misura di solidarietà alimentare per l’acquisto, tramite Buoni Spesa, di beni primari, a favore di famiglie messe in difficoltà dall’epidemia da Coronavirus. La possibilità di fare domanda – fa sapere l’assessore Adriano Varisano – è dal giorno della pubblicazione del presente avviso sul sito istituzionale del comune di Favara.

Palladium

CHI PUO’ BENEFICIARE DEI BUONI SPESA?

Possono accedere alle misure urgenti di solidarietà alimentare previste i cittadini residenti nel Comune alla data di presentazione della domanda in condizione di difficoltà economica per riduzione del reddito derivante da emergenza sanitaria da Coronavirus, anche a seguito di un precedente stato di bisogno e/o fragilità economica
– componente/titolare di nucleo familiare in cui la somma del reddito da lavoro dipendente, autonomo o da pensione di qualsiasi natura, non superi euro 500,00;
– lavoratore dipendente la cui attività è stata sospesa o ha subito riduzione del reddito a seguito dell’emergenza covid-19;
– lavoratore autonomo la cui attività è stata sospesa o ha subito riduzione del reddito a seguito dell’emergenza covid-19;
– lavoratori con reddito di natura occasionale la cui attività è impedita dall’emergenza covid-19;
– Percettori di misure di contribuzione pubblica (Cassa integrazione, indennità di disoccupazione, Naspi, reddito di cittadinanza, Reddito di inclusione, Reddito di Emergenza, altro, non superiore ad euro 500,00);
– Altro (specificare).

Per i cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea si richiede il possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità o scaduto in possesso di ricevuta per appuntamento di rinnovo.

A QUANTO AMMONTA IL BUONO SPESA?

L’importo dei contributi finalizzati ad acquisto di beni di prima necessità fruibili solo per una volta da ciascun nucleo familiare richiedente nell’ambito del presente avviso, è diversificato in relazione all’ampiezza del nucleo familiare fino ad un importo massimo di euro 475,00 così come specificato nella tabella seguente:

Componenti nucleo familiare Importo una tantum
1 €  150,00
2 €  250,00
3 €  350,00
4 €  375,00
5 €  425,00
6 €  475,00

COME SI PUO’ FARE DOMANDA?

Il Comune mette a disposizione una pagina Web e un app per l’invio delle istanze dei cittadini e l’accreditamento delle attività commerciali;
– gestisce le domande ricevute fino a determinare l’erogazione del voucher elettronico per il cittadino
– gestisce il rapporto con le attività accreditate, fino al rimborso degli importi;

Articolo 6. Presentazione della domanda e verifica requisiti

DA QUANDO SI PUO’ FARE DOMANDA?

I cittadini beneficiari presentano domanda online o app su modello di istanza editabile, in formato elettronico da compilare utilizzando la piattaforma messa a disposizione del Comune di Favara e disponibile sul proprio sito istituzionale seguendo il link per i cittadini:

https://voucher.sicare.it/sicare/buonispesa_login.php  dal giorno della pubblicazione del presente avviso sul sito istituzionale del comune di Favara ed entro le ore 14:00 del 08.01.2021 prima finestra.

Al termine di questo primo accesso, qualora risultassero ancora risorse disponibili, si aprirà una successiva finestra sempre con termine di presentazione delle domande.
Le istanze pervenute sulla piattaforma verranno valutate dal servizio sociale comunale in ordine cronologico di presentazione, il quale predisporrà gli elenchi dei beneficiari ammessi, attribuendo a ciascuno di essi il valore del contributo corrispondente alla numerosità del nucleo familiare.

Il Comune condurrà verifiche a campione sulla veridicità delle istanze ricevute. Eventuali false dichiarazioni, oltre rispondere del reato di falso alle autorità competenti, faranno perdere al nucleo familiare destinatario ogni diritto in relazione al presente Avviso con obbligo di restituzione delle somme percepite.

MODALITÀ DI EMISSIONE VOUCHER FINALIZZATI AD ACQUISTO DI BENI DI PRIMA NECESSITÀ.

Gli importi dei voucher, finalizzati ad acquisto di beni di prima necessità, assegnati saranno caricati sul codice fiscale dei beneficiari.

I beneficiari ammessi riceveranno una notifica di tale ammissione a mezzo sms e mail e potranno collegarsi nella propria pagina personale attraverso le credenziali ricevute in fase di avvio dell’istanza. Con tale notifica verrà inoltre comunicato un codice PIN personale.

Dalla consultazione della propria pagina personale sarà possibile verificare l’importo assegnato e tutti i movimenti che saranno registrati e l’estratto conto periodico e finale. Sarà inoltre possibile visionare l’elenco degli esercizi commerciali accreditati presso i quali è possibile spendere il proprio contributo assegnato.

Per effettuare gli acquisti e i relativi pagamenti presso gli esercizi commerciali scelti, il beneficiario deve necessariamente presentare la tessera sanitaria e il codice PIN ricevuto mediante SMS.