Eventi Primo piano Provincia

CAMBIO AL VERTICE DELLA GUARDIA COSTIERA DI LAMPEDUSA

centineopegasopegaso

Il Tenente di Vascello (CP) Gaetano ROSEO ha assunto il comando dell’Ufficio Circondariale Marittimo e della 7ª Squadriglia Guardia Costiera di Lampedusa, subentrando al Tenente di Vascello (CP) Marco FERRERI che cede l’incarico dopo due anni di intenso lavoro.

Il Comandante Roseo, nato a Pompei, 33 anni, dopo aver conseguito la laurea magistrale in “Scienze del Governo e dell’Amministrazione del Mare”, al termine dei corsi normali dell’Accademia Navale di Livorno, ha ricoperto diversi incarichi presso le Capitanerie di porto di Mazara del Vallo e di Rimini. L’Ufficiale ha inoltre ricoperto il ruolo di Ufficiale addetto alla 7^ Squadriglia Guardia Costiera di Lampedusa in una missione del 2019.

A causa delle misure restrittive in atto, non è stato possibile svolgere la consueta cerimonia di passaggio di consegne. Il Comandante Roseo ha avuto comunque modo di rivolgere il suo primo saluto al nuovo “equipaggio”, il 3 settembre scorso, durante un incontro con il personale militare presenziato dal Capitano di Fregata (CP) Fabio Serafino, Capo del Compartimento Marittimo di Porto Empedocle.

L’Ufficiale subentrante ha innanzitutto sottolineato come la professionalità e la dedizione degli equipaggi di Lampedusa siano alla base degli elevati standard di efficienza operativa espressi nel delicato contesto del canale di Sicilia. Egli ha inoltre fatto riferimento ad un’azione di comando in continuità con la rotta tracciata dal suo predecessore, basata su di un costruttivo confronto con Enti Locali ed operatori del cluster marittimo locale, assicurando infine spirito di collaborazione verso tutti gli organi dello Stato presenti sul territorio.

Il Comandante FERRERI ha ripercorso l’esperienza appena conclusasi menzionando soddisfazioni professionali e personali. Ha salutato tutti con commozione, esprimendo tutta la sua gratitudine agli uomini che hanno contribuito in maniera determinante alla sua azione di comando. L’Ufficiale ha infine sottolineato che il raggiungimento degli obiettivi deve necessariamente essere il risultato di una visione condivisa e consapevole a tutti i livelli gerarchici. 

Non meno rappresentativa è stata la vicinanza dimostrata, con la visita del 2 settembre, dal Direttore Marittimo della Sicilia Occidentale, Ammiraglio Roberto Isidori, nel corso della quale ha voluto augurare di persona “buon vento” ad entrambi gli ufficiali che si sono avvicendati.