CRONACA Favara Primo piano Sicilia

Favara. Assemblea questa mattina dei lavoratori precari alle dipendenze del Comune. Chiedono a viva voce la tanto attesa stabilizzazione

centineopegasopegaso

I lavoratori precari del Comune di Favara non possono più attendere: il rischi è che l’obiettivo della stabilizzazione, dopo tanti annunci, possa sfumare o – peggio – diventare merce da campagna elettorale”.

A lanciare l’allarme è il segretario generale della Cisl FP di Agrigento, Caltanissetta ed Enna Salvatore Parello che questa mattina ha partecipato ad un’assemblea dei lavoratori convocata dalle Rsu per fare il punto sulla situazione attuale e raccogliere la preoccupazione dei dipendenti dell’Ente.

“Già a febbraio – spiega – avevamo interloquito con l’amministrazione comunale per valutare alcune ipotesi che poi, stante gli anni infruttuosamente trascorsi dalla dichiarazione di dissesto, è stata accantonata. La scorsa settimana avevamo da ultimo ricevuto delle rassicurazioni sull’impegno dell’Amministrazione comunale di garantire l’approvazione in giunta di un atto di indirizzo specifico e soprattutto di tutti gli atti propedeutici come il piano del fabbisogno del personale che consentirebbero di storicizzare la spesa. Tutto questo oggi non è stato fatto e i lavoratori temono concretamente per il loro futuro. Attendiamo quindi il rispetto degli impegni presi in tempi rapidi”.
I dipendenti, in numero di 248 e che assicurano ormai la stragrande maggioranza dei servizi, hanno proclamato lo stato di agitazione e sono pronti al ricorso alle vie legali.
L’eventuale stabilizzazione non comporterà spese per il Comune essendo a totale carico della Regione Siciliana il pagamento degli stipendi, come del resto avviene oggi.