Favara Politica Primo piano

Favara. L’UNITRE EMPEDOCLE RACCOGLIE SOMME PER BUONI SPESA A FAVORE DEI PIU’ BISOGNOSI

 

Palladium

 

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa inviata dai soci dell’Unitre Empedocle di Favara i quali, nonostante la situazione di pandemia, continuano a lavorare per la comunità, in modalità online.

“Dopo tanto silenzio – in dipendenza del progredire del covid – l’Unitre ha iniziato a sviluppare il suo programma – per l’anno sociale 2020/2021 – organizzando le proprie riunioni “on line”, seppur in via del tutto sperimentale.
Ieri, infatti, ha avuto luogo il primo incontro del Consiglio Direttivo, svoltosi in “un’aula virtuale” appositamente creata sui cellulari dei vari componenti a mezzo watsapp. Nello specifico, il coordinatore dott. Giuseppe Veneziano ci ha detto : “Molto bello ed emozionante è stato il potersi vedere in faccia e parlare tra di noi. Speriamo in questa festa di potere assistere alla messa del Santo Natale e scambiarci gli auguri accedendo ad “un’aula informatica”, a cui tutti saremo collegati on line. Evidentemente, un ringraziamento va all’amico Cavallaro e a quanti si stanno prodigando per la riuscita di questo “meraviglioso” progetto, che – d’ora in poi, e sino a quando non finirà questa pandemia – ci vedrà impegnati ad essere presenti sul territorio in modo diverso del normale”.
E così, l’Unitre – tra i tanti punti all’ordine del giorno – ha trattato ed approvato all’unanimità la proposta avanzata dal Presidente Dott. Diego Caramazza di fare una raccolta di fondi tra i soci al fine di raccogliere delle somme da elargire ai più bisognosi a mezzo buoni spesa. Nello specifico, il Presidente dott. Caramazza, ha fatto veicolare tra i soci il seguente comunicato: “Non per tutti, quest’anno, il NATALE sarà una festa di pace e allegria. Molte famiglie, causa pandemia, sono sotto la soglia di povertà e non possono far fronte alle esigenze più elementari della vita. Ci stringe il cuore a pensare che molti bambini quest’anno non riceveranno il BABBO NATALE. In questo stato di cose Unitre non può stare a guardare per cui ha deciso di promuovere una raccolta tra i soci, già approvata dal DIRETTIVO, per le famiglie più bisognose”.
Da quanto riferito, risulta che i soci stanno rispondendo all’unanimità per dare il contributo richiesto.
Un plauso va fatto all’Unitre e a tutti coloro i quali – in questo brutto momento – si stanno prodigando e si prodigheranno per aiutare chi ne ha veramente bisogno”.