Cultura e Spett. Eventi Favara Favara Primo piano

Favara. Nominato il nuovo vice comandante dei vigili urbani. La scelta è caduta su Gerlando Alba

Gerlando Alba è il nuovo vice comandante dei vigili urbani di Favara. Lo ha nominato ieri mattina il sindaco Anna Alba e va a ricoprire un vuoto che durava dalla fine dell’anno scorso allorché andò in pensione Salvatore Airò che tale incarico ricopriva. Cinquantaquattro anni, una laurea in Economia e commercio, è in servizio alle dipendenze del Comune da 18 anni. Colleborerà con il comandante Gaetano Raia che, al momento, è in congedo per malattia. E forse la rolungata assenza del titolare ha fatto accelerare la sua nomina non avendo il corpo, tra le sue fila, altri agenti di polizia giudiziaria. Il nuovo vice comandante dovrà affrontare svariati problemi e assolvere numerosi servizi con appena sette vigili di ruolo, impegnati su due turni (quello di mattina e quello di pomeriggio), numero troppo esiguo per un Comune di oltre 30 mila abitanti. Per fortuna nelle settimane scorse sono state assegnate al comando dei vigili urbani due nuove unità che provengono dalle fila del precariato. Si tratta di Liliana Miceli e Giuseppina Cavaleri, alle dipendenze del Comune dal 1996 come Lsu e dove in tutti questi anni sono state impiegate in vari ruoli. Le due nuove vigilesse avevano partecipato ad una selezione interna indetta quattro anni fa e riservata ai lavoratori socialmente utili muniti di diploma e di patente guida. Con il bando, l’amministrazione comunale aveva offerto la possibilità a 30 Lsu di cambiare profilo professionale rimanendo comunque ancorati al mondo della precarietà. A fare istanza di partecipazione erano stati in 8 con rinunce via via ufficializzate. Alla fine sono rimasti in due i partecipanti con la formalizzazione del provvedimento da parte della giunta municipale avvenuta solo di recente. Liliana Miceli e Giuseppina Cavaleri hanno preso servizio al Comando di polizia municipale di piazza Cavour ma al momento stanno seguendo un corso per capire le varie incombenze che gravano sull’area di vigilanza.