Favara Politica Primo piano

Favara. Scadenza Tari 2022; Botta e risposta tra il consigliere e l’assessore Vaccaro

pegasopegasopizzeria reginald

In riferimento alla nota divulgata dal consigliere comunale Carmelo Sanfratello, corre l’onere di precisare che la citata delibera di Consiglio Comunale numero 57 del 28/10/2020, all’articolo 28 comma 3, prevede in verità che ‘il pagamento degli importi dovuti deve essere effettuato in 6 rate bimestrali scadenti l’ultimo giorno del mese o in un’unica soluzione entro il 30 giugno di ciascun anno’. Come evidente – e bastava una rapida lettura per scoprirlo – quindi, è lo stesso regolamento comunale citato a prevedere che il termine ultimo massimo entro il quale provvedere al pagamento della Tari è il 30 giugno, ma è possibile, come avvenuto, anticipare questa data. La nostra decisione di indicare il 30 aprile come termine per la rata unica è dovuta, unicamente, alla necessità delle casse comunali di introitare il più rapidamente possibile le somme da parte di quei contribuenti che siano nelle condizioni di versare appunto in un’unica soluzione gli importi. Per quanto riguarda invece la consegna effettuata ai cittadini oltre la data di scadenza della prima rata, rassicuriamo tutti sul fatto che non ci sarà alcuna mora da pagare e che lo slittamento delle procedure di notifica è dovuto a cause esterne all’Amministrazione o al Comune”. Lo dicono in una nota di replica al consigliere Carmelo Sanfratello il sindaco Antonio Palumbo e l’assessore alle Finanze Pierre Vaccaro.

COOPERATIVA SANTANNA