CRONACA Favara Primo piano

Favara. Sciame d’api all’ingresso del Castello, chiamato apicoltore per la rimozione. (VIDEO)

Un brusio forte e chiaro. Poi quella ‘massa’ marrone ben evidente anche da lontano, centinaia e centinaia di api, ‘incollate’ le une sulle altre a formare una sorta di grande sfera. Uno spettacolo pure affascinante se non fosse che la location dell’originale “raduno” era la scala esterna del Castello Chiaramonte. Siamo nel centro storico di Favara nella centralissima piazza Cavour. Lì, sul muro che si affaccia di fronte l’ufficio Postale, in tarda mattina si sono ritrovati i laboriosi insetti.

Meglio non pensare che cosa sarebbe potuto accadere se l’ape regina avesse deciso di volare in giro, per il Castello Chiaramonte durante l’evento di questa mattina invaso da persone per la XXIII edizione della Sagra dell’Agnello Pasquale. Si sa, le api sono insetti alquanto docili, ma schierate a centinaia, compatte, un po’ di legittima paura la suscitano.

Tant’è che intorno a mezzogiorno sono entrati in azione gli agenti della polizia municipale di Favara, in centro per servizi legati alla manifestazione. Il tratto di marciapiede sul quale affacciava lo sciame è stato transennato e i pedoni sono stati deviati dall’altra parte della strada.

Garantita la sicurezza, gli agenti hanno dato l’allarme alla centrale operativa richiedendo l’intervento di un apicoltore, capace di recuperate l’ape ‘leader’ e di conseguenza il resto della comitiva. Munito di guanti e protezioni indispensabili, in poco tempo, con pazienza e grande abilità, ha portato a termine la delicata operazione.