Favara Politica Primo piano Provincia Sicilia

Favara. Si sono dimessi gli assessori Rosanna Pecoraro, Giovanni Sciortino e Pierre Vaccaro

 

 

 

Arrivano le dimissioni di Rosanna Pecoraro, Giovanni Sciortino e Pierre Vaccaro. Il terremoto in casa Movimento 5 stelle non si placa ma, anzi, si aggrava. Di seguito le loro motivazioni spiegate in una nota comune.

“Con immenso rammarico e con altrettanto senso di responsabilità, oggi, abbiamo deciso di rassegnare le dimissioni dall’incarico, che per circa otto mesi abbiamo avuto l’onore di ricoprire.
Sapevamo fin dall’inizio che il compito che ci veniva affidato dalla sindaca era arduo, pieno di ostacoli e che avremmo dovuto affrontare I numerosi problemi che affliggono la nostra amata città e, nel contempo, ricompattare la maggioranza per provare a ridare slancio all’attività amministrativa.
Abbiamo messo impegno, entusiasmo, passione ma, purtroppo, è mancato il sentirsi parte di una squadra che perseguiva obiettivi condivisi con determinazione. É mancata in giunta la necessaria sinergia, senza la quale ogni azione diventa un atto isolato, scollegato da un vero e proprio percorso programmatico.
Ciò nonostante abbiamo lavorato con abnegazione, mantenendo volutamente un basso profilo, a dimostrazione del fatto che siamo entrati in punta di piedi con il preciso intendo di abbattere le resistenze e la diffidenza di chi ci vedeva come un imposizione, tanto da avere tal volta la sensazione di sentirci quasi un peso.
Convinti che il tempo avrebbe appianato i dissapori interni, ci siamo spesi nell’interesse collettivo avallando, in ogni occasione, l’operato della precedente giunta (vedasi ipotesi di bilancio), sorvolando anche su alcune dichiarazioni pubbliche del sindaco che teneva a sottolineare che eravamo stati messi lì da altri soggetti.
Nonostante tutto, la compattezza dello schieramento di maggioranza spesso è venuta a mancare, e tale disgregamento ha fatto da sfondo al nostro percorso amministrativo, sfociando nelle polemiche degli ultimi giorni che testimoniano in maniera inequivocabile una lotta intestina che non sembra trovare soluzione.

Ora è arrivato il momento di prendere atto che la nostra mission non si è potuta compiere e, pertanto, volendoci sottrarre a qualsiasi forma di strumentalizzazione politica e a dimostrazione della onestà intellettuale, che riteniamo ci vada riconosciuta, preferiamo liberare le “poltrone” con l’auspicio che il nostro gesto possa favorire un chiarimento interno che porti benefici alla collettività.
Vogliamo infine augurare a chi ci succederà, un grande in bocca al lupo, lasciando in eredità l’attività finora intrapresa che dispiegherà i suoi effetti nell’immediato futuro, dichiarandoci disponibili, qualora lo richiedessero, a fornire la nostra piena collaborazione”
Gli Assessori
Rosanna Pecoraro
Pierre Vaccaro
Giovanni Sciortino