Cultura e Spett. Eventi Favara Favara Primo piano

Favara. Standing ovation di diversi minuti presso il convento Sant’Antonio, per il remake del film “Marcellino pane e vino”.

pegasopegasopizzeria reginald

Mentre i titoli di coda del film scorrevano, la folla si è alzata in piedi, come spesso accade, per una standing ovation. Al termine della proiezione, il pubblico ha applaudito intensamente per diversi minuti il remake del film “Macellino pane e vino” prodotto da Silvana Grano, Myriam Russello e Stefano Vinciguerra. Il giusto premio per tutti gli sforzi fatti e le difficoltà affrontate.

A presentare la prima proiezione del film che racconta il romanzo di José María Sánchez Silva Marcelino Pan y Vino è stato Giovanni Costanza. Sul palco ha chiamato a fine proiezione anche gli invitati istituzionali, tra cui i sindaco Antonio Palumbo e l’assessore comunale Angelo Airò Farulla. Presente anche Don Calogero Lo Bello, parroco della chiesa Bmv dell’Itria e Fra Giovanni, frate minore del convento Sant’Antonio di Favara.
Il film, proiettato nel chiostro del convento, ha ricevuto consensi importanti, come la dichiarazione del sindaco Antonio Palumbo: “Complimenti per la realizzazione del film, è stato molto commovente. Un finale ricco di emozione. La cosa che mi ha emozionato di più è stato vedere questi bambini che sembravano attori, come se avessero fatto sempre questo nella vita”.
Oltre il sindaco, era presente alla proiezione anche l’assessore Angelo Airò Farulla“E’ stato una bella esperienza vedere questo film interpretato da bambini. Complimenti per l’organizzazione, complimento per tutto, è stato davvero emozionante. Favara è questa, Favara è quello che vogliamo. Quindi da parte dell’amministrazione comunale avete il nostro appoggio per le prossime iniziative”.
E la prova di un lavoro ben fatto, maturo, è stata anche il gradimento del pubblico che ha applaudito lungamente alla fine della proiezione, per poi alzarsi in piedi per una emozionante standing ovation. Visibilmente commossi, i promotori hanno voluto ringraziare i genitori dei bambini per la pazienza avuto per più di due mesi di duro lavoro, i frati del convento per la location, l’amministrazione per essere presente, tra cui il sindaco e l’assessore, gli sponsor e tutti presenti venuti ad omaggiarli nella loro “prova d’autore”.

Il remake tratto dal film “Macellino pane e vino”  di Ladislao Vajda del 1955 con Pablito Calvo nella parte di Marcellino vede nuove sceneggiature di Silvana Grano e Myriam Russello, la regia e il montaggio invece di Stefano Vinciguerra. La musica (la colonna sonora), firmata da Pablo Sorozabal, include la rielaborazione dei brani da parte di Myriam Russello. Ma gli impegni per Stefano Vinciguerra non sono affatto terminati qui, si metterà subito dietro la cinepresa per realizzare un altro lungometraggio che affronterà questa volta il tema della legalità.

Prossima serata in programma per giorno 23 giugno 2022 presso il giardino della chiesa Bmv dell’Itria, vi aspettiamo in tanti.

COOPERATIVA SANTANNA