Politica Sicilia

Formazione Il Sifus fa pagare i lavoratori

i lavoratori  “storici” della formazione professionale. avranno finalmente i soldi del fondo di garanzia che attendono da otto anni. lo comunica il segr aggiunto del SIFUS, una O.S. che ha perseguito questo risultato a costo dell’ incolumità personale di alcuni suoi dirigenti che non ultimo sono stati diffidati a recarsi negli uffici del dipartimento a lamentare il loro stato di bisogno. Stiamo parlando di un diritto conquistato da una avanguardia di operatori che le OO.SS. confederali si sono fatti scippare per distrazione o colpa negli ultimi 8 anni.
Cosi questi irriducibili combattenti dei diritti trascurati degli operatori della formazione con l’aiuto di due deputati dell’ ARS hanno finalmente ottenuto la delibera di giunta che stanzia 15 milioni a copertura della loro istanza. Parliamo di lavoratori che non hanno preso un soldo neanche in tempo di covid 19. Che hanno perso tutto nella distruzione di un settore chiacchierato di cui sono vittime.
Discriminati nell”accesso nella scuola come personale ATA la loro campagna riventicativa li porterà la prossima settimana in conferenza con il Sottosegretario all P.I. per riparare al torto ricevuto oggetto di interrogazioni nella passata legislatura senza risultati ancora oggi tangibili.  Non sapremmo dire se hanno sempre fatto bene questi ragazzi a cui la legge n.25/93 riconosce il diritto al lavoro. Sappiamo con certezza che il riconoscimento dei diritti l’hanno sempre cercato attraverso il sindacato e non né poco in Sicilia .Adesso sarà il sindacato a doversi chedere perché hanno trovato nel SIFUS quello che loro avrebbero dovuto assicurargli.