Curiosità Primo piano RUBRICHE

Intervista parte seconda: Fabrizio Tinaglia elogia il grande Luigi Pirandello.

Molti sono rimasti affascinati dalla prima breve intervista, così abbiamo deciso di ricontattare Fabrizio Tinaglia, esperto di neuroscienze, il quale ha rilasciato per noi di Favaraweb una seconda breve intervista.
Nella prima intervista abbiamo parlato di alcune cose, in questa seconda intervista parliamo di altre cose.
Gli argomenti sono tanti ma dobbiamo fare una sintesi per non annoiare il lettore.
Annunciamo fin da ora che ci sarà una terza intervista.
Queste brevi interviste sono un modo originale per proporre facilmente la lettura dei vari pezzi.
Abbiamo chiesto tante cose. Cominciamo così in generale.
Fabrizio Tinaglia , nostro illustre concittadino, elogia continuamente, ed anche di recente, il grande scrittore Luigi Pirandello.
In questo periodo in tanti hanno chiesto a Fabrizio Tinaglia un parere sull’attività letteraria ed in generale quindi sul grande scrittore agrigentino Luigi Pirandello, autore famoso in tutto il mondo.
Ecco una sintesi di alcuni colloqui avvenuti. Non entreremo nei dettagli delle opere, accenneremo così in generale.
Un discorso quindi leggero. estivo e tra amici.
“Luigi Pirandello è lo scrittore sempre attuale, studiato ovunque.
Il grande scrittore agrigentino, premio Nobel, è un autore molto conosciuto ed anche molto letto in tutto il mondo, quindi non solo in Italia. Le sue opere vengono lette anche come lettura leggera e spensierata e non solo per studio e per sostenere esami.
Ha vinto il premio Nobel per la letteratura nel 1934, cioè il premio più prestigioso del mondo. Questo vuol dire tanto.
Noi abbiamo la fortuna di averlo tra i nostri siciliani illustri.
Dobbiamo valorizzare la sua figura ed anche le sue opere, anche il turismo in provincia e nell’intera Sicilia può trarre vantaggio da tutto questo. Ha scritto tante cose, ha impartito tanti insegnamenti a tutti noi tramite le sue opere letterarie e quindi noi abbiamo nei suoi confronti il dovere di ricordarlo con diverse iniziative ed anche con convegni annuali e manifestazioni varie.
Inoltre altre iniziative particolari e diverse occasioni si possono organizzare con l’aiuto da parte di tutti.
Chi ha qualche idea ed è anche convinto su un progetto in particolare può lavorarci e poi divulgarlo.
Adesso però accenniamo ad altre cose.
Come mai le storie di Luigi Pirandello piacciono tanto ai lettori in tutto il mondo ?
Possiamo noi capire pienamente e profondamente il segreto del suo modo di scrivere ?
C’è uno stile particolare che caratterizza la sua scrittura ?
Possiamo noi fare solo delle piccole considerazioni di carattere generale.
Se dobbiamo parlare brevemente dei libri di Luigi Pirandello possiamo cominciare con il dire che questi scritti contengono sempre insegnamenti molto attuali, riguardano anche l’uomo e la sua natura.
Questa caratteristica, in senso ampio, consente anche di rivalutare il pensiero di Luigi Pirandello in senso filosofico.
Le storie inoltre sono molto interessanti e costruite bene, catturano infatti l’attenzione del lettore fino all’ultima pagina.
Lo stile della scrittura naturalmente è perfetto, alcuni ricordi della sua infanzia sono stati utilizzati anche per costruire alcune opere.
Inoltre alcuni fatti avvenuti in passato, anche nella sua epoca, sono stati lo spunto per costruire e scrivere altre opere.
Tutto questo si può dire anche per allargare il discorso alla letteratura italiana e mondiale.
La letteratura è molto bella ed è anche molto utile perché ci permette di capire sempre più anche la realtà che ci circonda, la nostra quotidianità ed il nostro essere unici al mondo.
Le belle letture sono come delle chiavi di accesso a mondi meravigliosi, i nostri problemi quotidiani , anche solo per un momento, possono venire anche dimenticati e la realtà può apparire diversa perché immersi nella lettura tutto poi potrà apparire diverso.
È un lavoro di fantasia individuale e molto soggettivo.
Luigi Pirandello ci accompagna in un percorso culturale quindi con i suoi scritti ed accende la nostra fantasia e nello stesso tempo ci aiuta a riflettere sulla vita e sul tutto.
Riscoprire il piacere di leggere ed anche di scrivere è molto importante.
Nel periodo estivo poi leggere è molto bello, si può leggere anche in spiaggia e sotto l’ombrellone.
Anche solo poche pagine al giorno di lettura va bene.
Da Luigi Pirandello possiamo trarre quindi alcuni insegnamenti utili per la nostra vita quotidiana.
L’insegnamento, o la lezione educativa, infatti è dentro ogni storia, sta ad ognuno di noi farne tesoro per la vita reale.
La magia della scrittura, anche della lettura , bisogna saperla cogliere insieme all’essenziale.
I concetti espressi in un libro possono essere tanti, il significato però è unico e bisogna coglierlo nella sua sintesi.
Questo riguarda anche la filosofia.
Luigi Pirandello, autore sempre attuale, ci insegna in definitiva anche ad amare la letteratura”.
Ringraziamo ancora una volta Fabrizio Tinaglia per l’intervista che ci ha concesso e salutando i lettori, augurando loro anche una buona estate, diamo appuntamento alla prossima volta.