Agrigento Politica Primo piano

Marco Zambuto “Un confronto più che proficuo con il segretario provinciale della Uil Gero Acquisto”

Marco Zambuto ha incontrato il segretario provinciale  della Uil Gero Acquisto. “Un confronto più che proficuo. Abbiamo individuato la nostra priorità: una città pulita con la ridefinizione dei servizi di spazzamento, diserbamento, derattizzazione e disinfestazione”.

Il segretario provinciale della Uil, Gero Acquisto, ha accolto l’invito al dialogo di Marco Zambuto. In precedenza il sindacalista aveva rivolto un appello ai candidati auspicando una “svolta” per la città. Entrambi si sono dunque cercati e subito trovati:

“E’ stata la dimostrazione – ha detto Zambuto – che la via del dialogo è quella più efficace per risolvere i problemi della città. Un dialogo che deve essere necessariamente instaurato con le figure chiave del territorio, quindi i sindacati, le associazioni di categoria, i commercianti, gli operatori turistici e i fornitori di servizi. Sulla scorta di questo incontro, davvero proficuo, rinnovo l’invito a tutti coloro che hanno idee e suggerimenti a farsi avanti e chiedere un confronto come quello appena concluso. Perché dalle buone intenzioni comuni e dalla volontà di collaborare nascono progetti concreti. Con Gero Acquisto abbiamo individuato una priorità assoluta: la pulizia della città. Agrigento deve cambiare faccia e presentarsi al massimo delle proprie possibilità. E’ la città della Valle dei Templi: basta dire questo per pretendere che si mostri agli occhi di turisti e residenti come un esempio di ordine e bellezza. Tutto ciò può realizzarsi attraverso la ridefinizione e il potenziamento dei servizi di spazzamento, diserbamento, derattizzazione e disinfestazione in ogni angolo della città, dal centro alle periferie senza dimenticare nessun quartiere, frazione, centro storico o lido balneare. Non devono esserci zone privilegiate rispetto ad altre. Ringrazio pubblicamente Gero Acquisto per i preziosi suggerimenti e per aver dimostrato uno straordinario attaccamento alla città. La rinascita di Agrigento deve partire prima di tutto dal rispetto per il bene comune”.