Favara Politica Primo piano

Novità sul mancato ritiro dell’organico?

Carissimi Assessore Bennica e Sindaca Anna Alba Credo che in questo momento di estrema emergenza sanitaria, tutti ma proprio tutti, dovremmo mettere da parte la polemica, l’orgoglio, la boria e la vanagloria per mettere in campo invece gli unici atteggiamenti utili e indispensabili, cioè l’umiltà e la modestia, nell’interesse comune di uscire fuori dalla drammaticità di questi giorni, evitando di aggiungere problemi a quelli che già ci sovrastano.

Categoricamente non possiamo assommare problemi igienico-sanitari ad una pandemia devastante che già di suo sta, purtroppo, creando migliaia di vittime.

Non potete lasciare i cittadini, che già pagano un conto salatissimo sulla nettezza urbana, senza nessuna informazione in merito al mancato ritiro dell’organico già da una settimana.

Sulla stampa on line è apparsa una notizia sulla quale io non voglio pormi da tifoso a favore di una o di un’altra tesi, ma semplicemente voglio cercare di capire cosa sta succedendo.

L’articolo sosteneva che, a detta dell’Ing Salvo Cocina, che è un Dirigente Regionale che si occupa di acqua e rifiuti, il comune non doveva sospendere il ritiro dell’organico, ma doveva conferirlo in discarica insieme al residuo secco classificandolo come indifferenziato. Almeno questo io ho capito.

A mio parere L’assessore o la Sindaca, o entrambi, dovevano immediatamente telefonare all’Ing. Salvo Cocina e, se non era vero quanto affermato dall’articolo, chiedere la rettifica immediata.

Se, al contrario, la notizia fosse stata vera, correre subito ai ripari dando le disposizioni del caso, all’impresa e la relativa informazione ai cittadini di come si dovesse smaltire il secco e l’organico.

Non mi è dato sapere né di questa iniziativa né di altre, solamente il silenzio e il continuare a non ritirare l’organico, costringendoci a conviverci.

Solo ieri sera ho ascoltato un video dell’Assessore Bennica, il quale, polemizzando sull’articolo, non ha detto nulla sull’organico facendo capire, indirettamente, che resta ancora sospeso il ritiro dello stesso.

Lo stesso sosteneva, d’altra parte, sempre nel video, che non si possono mischiare residuo secco con l’organico, creando l’indifferenziata, perché per conferire questa bisognerebbe, sempre a suo dire, essere autorizzati dalla Regione.

Io avrei voluto fargli due domande e mi è stato scritto che dovevo fargliele su fb, ma io invece preferisco fargliele pubblicamente:

  • L’Assessore Bennica ha sentito la necessità di mettersi in contatto con l’Ing Salvo Cocina, citato nell’articolo, e se si cosa ne è venuto fuori?
  • Visto che per continuare a ritirare l’organico si deve creare l’indifferenziato (secco ed organico) e che per conferirlo in discarica serve l’autorizzazione della Regione, (come da lui sostenuto) ha richiesto alla stessa se potevamo essere autorizzati e così consentire il ritiro dell’organico?

Siccome non sono domande le cui risposte servono a soddisfare la mia curiosità personale, bensì a risolvere i problemi della collettività, spero voglia darle, le risposte, pubblicamente ai suoi concittadini.

Per restare in tema, e come scritto qualche giorno fa, non pensate che servano nuove disposizioni in materia di differenziata, in tempo di coronavirus, come hanno fatto tantissimi comuni, per tutelare sia la salute dei cittadini, sia quelli degli operatori?

Considerato che a Favara ci saranno certamente cittadini in autoisolamento (il comune ne dovrebbe avere l’elenco), come devono comportarsi questi in materia di raccolta rifiuti?

Le zone non servite come conferiscono i rifiuti, considerato che non devono uscire da casa?