Politica Primo piano Provincia

Politica. Il Gruppo Misto in consiglio comunale: “O passerà la sfiducia o si avrà finalmente una maggioranza dichiarata e trasparente”

 

 

 

Non si è fatta attendere la risposta dei consiglieri del Gruppo Misto sulle dichiarazioni dei consiglieri del Pd Mossuto e Castronovo in merito alla mozione di sfiducia. Di seguito il comunicato integrale a firma di Marilì Chiapparo, Rossana Castronovo, Vito Maglio e Sergio Caramazza.

“I Consiglieri Marilì Chiapparo, Rossana Castronovo, Vito Maglio e Sergio Caramazza hanno, da sempre, manifestato il proprio dissenso verso questa Amministrazione, sin dalle sue primissime settimane di vita, da quando la Sindaca e l’assessore Maida decisero di procedere con il dissesto finanziario dell’Ente senza interloquire con nessuno, anzi senza farlo sapere a nessuno. Da quel momento, una lunga serie di vicende, atti, mancanze non hanno fatto altro che far crescere il senso di sfiducia verso l’Amministrazione. . Già da diversi mesi i consiglieri Marilì Chiapparo, Rossana Castronovo, Vito Maglio e Sergio Caramazza (oggi Gruppo Misto) hanno presentato una mozione di sfiducia alla Sindaca, rimasta in attesa di adesioni fino a quando, grazie alla fuoruscita dalla maggioranza di una parte del M5S, è
stato finalmente possibile raggiungere il numero dei firmatari necessario per portare la mozione di
sfiducia in Consiglio Comunale. Per questo motivo i promotori della sfiducia rispediscono al mittente le accuse di chi, pur sedendo tra i banchi dell’opposizione, ha voluto prendere le distanze dalle posizioni del Gruppo Misto non
firmando la mozione e limitandosi a confermare un parere negativo sull’operato dell’Amministrazione, salvo accordarsi per nulla coerentemente con i consiglieri che la supportano (questa Amministrazione) per decidere chi mettere sulla poltrona di vicepresidente del “Consiglio più scadente e inconcludente degli ultimi 10 anni” (cit.).
Il Gruppo Misto ha abbandonato l’aula lo scorso Consiglio non per difficoltà sul voto che, sia chiaro, favorevole non lo sarà mai, a differenza dei continui SI alle proposte dell’Amministrazione da parte di Altri di opposizione, ma per delusione. Il voto del Gruppo Misto non avallerà mai questa Amministrazione, ma sarà sempre dato secondo
coscienza, come nelle innumerevoli occasioni in cui si è garantita l’approvazione di atti importanti per la Città, solamente per la Città, anche solo grazie alla presenza. In ogni caso, qualsiasi valutazione da parte politica ha oramai scarso valore. Il Re è nudo. O passerà la sfiducia o si avrà finalmente una maggioranza dichiarata e trasparente”.

pini