Favara Politica Primo piano Sicilia

Politica. La Sicilia diventerà Plastic Free. A darne notizia l’on. Giusi Savarino

 

 

 

Con grande orgoglio possiamo dire che l’ Istituto comprensivo di Favara Bersagliere Urso- Mendola è stata la scuola capofila per dire Stop all’uso smodato della plastica. Oggi, arriva una nota stampa a firma dell’on. Giusi Savarino la quale annuncia che domani, mercoledì 20 marzo si avvierà l’iter per rendere l’intera Sicilia Plastic Free.

“Domani, mercoledì 20 Marzo, con la Commissione che Presiedo, avvieremo l’iter legislativo per rendere la Sicilia Plastic Free. La Tutela dell’Ambiente è una nostra priorità, la nostra Isola deve tutelare il suo prezioso Mare.
I dati sul tasso di plastica in mare sono inquietanti. Secondo un dossier presentato lo scorso anno al Forum economico mondiale a Davos, almeno 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono in mare ogni giorno, nel 2050 gli oceani conterranno più plastica che pesci se non modifichiamo le nostre abitudini!”. A parlare è l’on. Giusi Savarino, che prosegue: “Non possiamo più restare inerti ad osservare “l’avanzata della plastica”, dobbiamo affrontare il problema a livello normativo ed incentivare l’utilizzo delle sole plastiche monouso biodegradabili o compostabili, vietando l’utilizzo delle plastiche monouso oggi diffusissimo. Bisognerà spingere sul riciclo della plastica oggi al 18%, e diversificare la produzione industriale verso il biodegradabile.
Suggerirò ai colleghi in Commissione, con cui sono certa lavoreremo in sinergia, di utilizzare un metodo innovativo per raggiungere l’obiettivo: la premialità. Com’è già avvenuto con il sistema della raccolta differenziata, a consentirci un notevole balzo in avanti nelle percentuali di raccolta, è stato il premio in denaro che ha incentivato i Comuni ad una sana competizione. La strada maestra, pertanto, deve essere, anche in questo caso, premiare il merito non solo sanzionare.
Vorrei rendere i cittadini protagonisti di questa battaglia di civiltà. Loro potranno inviare segnalazioni corredate da materiale fotografico sullo stato delle nostre spiagge.
Le spiagge più pulite, saranno oggetto di una campagna pubblicitaria promossa dall’Assessorato al Turismo e quindi pubblicizzate come “spiagge plastic free”con i maggiori tour operator.
In questo modo, otteniamo il triplice scopo di: sensibilizzare sul tema, coinvolgere i cittadini e promuovere chi è stato più virtuoso.
Grazie a questo nuovo modo di fare politica, ragionando fuori dagli schemi classici, sono certa che riusciremo ad avviare un percorso che in un arco di tempo breve riesca a liberare le nostre preziose spiagge e il nostro mare dalla plastica. Il compito di chi fa buona politica è salvaguardare le future generazioni. E questa deve essere una nostra priorità.”