CRONACA Ribera

Ribera.  Case popolari di largo martiri di via Fani cominciamo a sentirci abbandonati 

Come risaputo la problematica che riguarda le palazzine di Largo Martiri di via Fani, presso il Comune di Ribera, ha avuto inizio nei primi mesi dell’anno 2012 per carenze strutturali e conseguente inagibilità, che vede purtroppo coinvolte 60 famiglie riberesi, determinando lo sgombero delle stesse dalle proprie abitazioni.

“Nonostante sia stata attivata la procedura di gara – afferma il Sindaco Carmelo Pace – l’iter che porta alla completa definizione della problematica è scandito da un susseguirsi di rinvii. Un vero e proprio calvario che va avanti da circa due anni, da quando la commissione dell’Urega è stata incaricata di procedere all’appalto delle palazzine che sono da demolire. A distanza di anni ci sentiamo sempre più abbandonati, e l’ennesimo rinvio del mese di giugno, figlio di lungaggini burocratiche, non è più accettabile né da parte di questo Ente né tantomeno da parte delle famiglie che aspettano un alloggio. Ad oggi questa situazione non è più sostenibile e non mi riferisco alle difficoltà economiche che il Comune affronta mensilmente per assicurare un contributo ad ogni nucleo familiare, bensì alla situazione drammatica di disagio che 60 famiglie riberesi continuano a vivere a distanza di anni. Gli unici punti di riferimento in questi anni per le famiglie coinvolte sono stati il Comune di Ribera e il Prefetto Diomede, pertanto rinnoviamo l’appello a tutte le istituzioni affinché si possa arrivare finalmente alla risoluzione della problematica”.