Favara Politica Primo piano

Viale Che Guevara. Arriva finanziamento di 300 mila euro

Viale Che Guevara. Arriva un finanziamento di 300 mila euro per eseguire opere di consolidamento e riaprirla al traffico.

La presidenza del consiglio dei ministri ha accolto la richiesta del governo regionale, contenuta in una sua delibera del novembre scorso, con cui ha dichiarato lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che avevano colpito la Sicilia a partire dall’ottobre 2018. In funzione di ciò, per il tramite della protezione civile regionale, è stato disposto un finanziamento di 300 mila euro (rappresentante una prima tranche) per ripristinare la funzionalità di viale Che Guevara, addirittura interdetto al traffico dall’autunno scorso con ordinanza del sindaco Anna Alba. L’importante arteria, sul cui proseguimento si innesta la provinciale “San Pietro” per Agrigento, molto battuta dagli automobilisti, dopo la demolizione del ponte sulla statale 122 che ha reciso il cordone ombelicale con il capoluogo (e tuttora da ricostruire), ha subito un considerevole movimento franoso a causa delle abbondanti piogge cadute tra ottobre e novembre 2018 tanto da mettere a rischio anche la stabilità di alcuni edifici che la lambiscono.

“Per non perdere il finanziamento – dice il deputato locale all’Ars Giovanni Di Caro – occorrerà provvedere all’aggiudicazione dell’appalto entro il prossimo 30 settembre”.

Il Comune, utilizzando il proprio personale, dovrà redigere il progetto, eseguire analisi geologiche e mandare in gara l’appalto. Se non ha professionalità tecniche al suo interno dovrà farne segnalazione alla Protezione Civile regionale che si sostituirà all’ente locale. Proprio nei giorni scorsi e facendosi interpreti dei disagi che vivono gli abitanti di viale Che Guevara ma anche gli automobilisti, i consiglieri comunali Calogero Castronovo e Laura Mossuto avevano invitato l’assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Sciortino, ad adoperarsi al fine di ottenere i finanziamenti necessari per rimettere in pristino il sito.