CRONACA Non solo Notizie Primo piano Sicilia

Coronavirus. “Un ruggito di aiuto dagli animali dei circhi siciliani” (VIDEO)

centineopegaso

“Un ruggito di aiuto dagli animali dei circhi siciliani” è questo lo slogan che lanciarlo simbolicamente in queste ultime ore i felini e tutti i loro amici animali che hanno bisogno di nutrimento e cercano il sostegno di istituzioni e imprenditori dell’Isola.

Fermi dal primo lockdown causato dalla pandemia, le attività circense non sono mai ripresi e cosi gli addetti ai lavori sono tornati a chiedere aiuto. Sei i tendoni in Sicilia con animali di tutte le specie, tra cui elefanti indiani e africani, tigri reali del Bengala, ippopotami, pellicani, serpenti, coccodrilli, cammelli, dromedari e cani, oltre tutte le persone del team, tra cui anche bambini. Questa è la popolazione di queste “piccole città in movimento” dei circhi ormai fermi da 14 mesi nei piazzali della Sicilia tra Palermo, Misterbianco, Messina e Campobello di Licata.  Con lo stop all’attività circense dettato dalla pandemia, le derrate alimentari sono più che mai indispensabili per la sopravvivenza degli animali. Servono fieno, frutta, carne, verdura, crusca e molto altro ancora. Intanto arrivano i primi segnali di solidarietà anche da parte di privati e l’attenzione da parte delle istituzioni.

“Chiediamo l’aiuto a tutte le persone di buona volontà. Ci serve cibo, il fabbisogno è tanto e noi siamo fermi da troppo tempo – afferma  Marcello Marchetti, delegato dell’ente nazionale circhi per la Sicilia -. In tutto questo periodo siamo stati affiancati con moltissima generosità dalla Coldiretti Sicilia e dell’Enpa Palermo, ma con la crisi economica e la siccità anche loro sono in seria difficoltà ad aiutarci”.

Palladium

Due giorni fa i direttori dei circhi in Sicilia si sono dati appuntamento  presso il circo al Forum di  Palermo in vista dell’incontro con la Regione che si è tenuto ieri. Dall’incontro è emersa la volontà e disponibilità  da parte dell’Assessore regionale al Turismo, sport e spettacolo Manlio Messina,  ad aiuti economici a fondo perduto, semplificazione delle procedure burocratiche per le riaperture in zona gialla e sgravio fiscale. Nel frattempo continua anche l’impegno di Padre Ugo di Marzio che da mesi è in prima linea in questa battaglia. Grazie a lui si stanno mobilitando altre realtà locali, per reperire il fabbisogno di cibo e donazioni per acquistare le derrate alimentari.  A disposizione anche il conto corrente della parrocchia Maria SS  delle Grazie  Palermo IBAN : IT 78k 02008 04618 00010 4202085 causale *donazione cibo circo”. 

 
 

Qui sotto l’elenco del fabbisogno settimanale per gli animali dei circhi in Sicilia

Circo Greta Orfei
Misterbianco – Catania
300 kg di carne, 3 rotoballe di fieno, 2 sacchi di fioccato 4 gusti, 2 crusca.

Circo acquatico dell’acqua Happy Circus Rinaldo Orfei
Palermo, zona centro commerciale Forum
15 rotoballe di fieno, frutta (mele, pere) 260 kg, 7 sacchi mangime fioccato 4 gusti, 200 kg carote, 20 kg pollo.  

Circo Sandra Orfei
Palermo, zona viale dell’Olimpo
300 kg di carne per i felini, 7 rotoballe di fieno, 1 rotoballa di paglia, 5 sacchi di crusca, 5 sacchi schiacciato misto

Circo Darix Martin
Messina, viale Torrente San Filippo presso parcheggio stadio
4 rotoballe di fieno, 300 kg di pollo coniglio e carne di vitello, 300 kg di frutta e verdura, 2 sacchi di crusca, 2 sacchi di mangime.

Circo acquatico Torres
Campobello di Licata (Ag), via Lauricella
30 cosce di pollo, 3 petti di pollo, 6 cosce di tacchino, 15 kg di frutta e verdura, sacchi di crusca e mangime.