Curiosità Primo piano RUBRICHE Sanità

Prodotti per le pulizie dannosi per la salute: ecco a cosa prestare attenzione

 

 

Di recente è emerso che, utilizzare determinati prodotti per le pulizie, potrebbe essere nocivo per la salute.

Secondo i risultati di uno studio norvegese (che analizzeremo con maggiore accuratezza nel prosieguo dell’articolo) si possono paragonare gli effetti dannosi sull’organismo di alcuni #detersivi, con quelli causati dal tabagismo.

In altre parole, un ricorso prolungato nel tempo a questi prodotti, potrebbe danneggiare seriamente i #polmoni, proprio come se si fumassero 20 sigarette al giorno.

Lo studio sui detergenti per la casa

Inalare le particelle rilasciate dai detersivi per le pulizie può essere altamente nocivo per il nostro sistema respiratorio, stando a quanto emerso da una ricerca effettuata dall’Università di Bergen in Norvegia, soffermatasi proprio sulle conseguenze che potrebbe avere sulla nostra #salute un eccessivo ricorso a detersivi, spray e tutti quei prodotti deputati all’igiene casalinga.

Dunque, le casalinghe dovranno fare attenzione: stare a contatto giornalmente con prodotti per la corretta pulizia della casa, nel tempo potrebbe rivelarsi una malsana abitudine. Naturalmente, il rischio è maggiore per chi fa della pulizia il proprio lavoro, ovvero per chi si occupa di garantire ogni giorno l’igiene di negozi, imprese, condomini e quant’altro. Infatti, stando a quanto riportato dagli studiosi norvegesi, si potrebbe andare incontro a disfunzioni polmonari e gravi insufficienze respiratorie, in seguito ad una costante inalazione di determinare particelle presenti nei vari detergenti per la casa. Ad ogni modo, è bene evitare di creare facili allarmismi, perché la ricerca ha coinvolto circa 6.000 uomini e donne che sono stati a stretto contatto con i prodotti per le pulizie [VIDEO]per circa vent’anni con una certa costanza.

I prodotti utilizzati, indipendentemente dal ricorso a guanti e mascherine, hanno provocato degli effetti indesiderati su alcuni dei volontari sottoposti allo studio. Come abbiamo accennato in apertura, le conseguenze sull’apparato respiratorio, secondo l’Università di Bergen, potrebbero essere paragonati ai danni causati dal consumo di 20 sigarette al giorno, o ad un’esposizione al fumo passivo per circa un anno.

A cosa prestare attenzione

In generale, si consiglia di proteggere l’organismo ricorrendo a delle mascherine, e tenendo le finestre aperte, facendo circolare aria pulita per un tempo sufficiente alla dispersione delle particelle nocive. Detto ciò, se la ricerca dovesse essere considerata del tutto attendibile, non si potrebbero comunque trovare dei sistemi di prevenzione validi al 100% per evitare danni ai polmoni.

Infatti non è stato fornito un elenco preciso di prodotti da non usare, visto che quasi tutti i detergenti per l’igiene casalinga contengono sostanze che, se inalate costantemente, possono risultare altamente nocive per la nostra salute. (fonte Blasting News)