Politica Primo piano Provincia Sicilia

Sicilia. Nomina nuovi Direttori Parchi Archeologici. Interviene l’Associazione Nazionale Archeologi

 

 

 

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota stampa dell’Associazione Nazionale Archeologi dopo la nomina, da parte del Presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci, dei nuovi Direttori dei Parchi Archeologici.

Il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha recentemente firmato il decreto col quale si procede alla
nomina dei direttori dei parchi archeologici regionali: un giro di walzer che non realizza alcun reale e concreto
cambiamento nelle personalità coinvolte, ma solo cambi di sede che coinvolgono le stesse persone già impegnate
nella direzione dei medesimi parchi.
“ Noi crediamo nella sostanza delle parole pronunciate da Musumeci ”, afferma Alessandro Garrisi, Presidente
Nazionale dell’Associazione Nazionale Archeologi, “ e per questo però riteniamo che un “assetto nuovo e
completo che rappresenti la ferma volontà di cambiamento nei beni culturali siciliani”, per citare le sue stesse
parole, abbia come premessa necessaria, indispensabile, l’inserimento di nuove figure con adeguate competenze
professionali nella materia archeologica e della gestione e valorizzazione dei beni culturali. Non ci sembra che
in questa direzione vada la rotazione delle figure apicali già presenti nell’attuale assetto dirigenziale regionale, e
dispiace che il nostro invito del 13 maggio u.s. di utilizzare procedure improntate alla trasparenza e al
coinvolgimento delle associazioni di categoria per la nomina dei direttori dei parchi sia rimasto inascoltato ”.
Si procederà ora alle nomine dei nuovi direttori dei musei archeologici regionali. “ Auspichiamo che un vero
processo di trasformazione dei beni culturali in poli d’attrazione e di crescita culturale trovi una via di
realizzazione nella nomina di nuovi direttori museali attraverso il coinvolgimento di figure dotate delle adeguate
competenze tecniche, professionali e morali ”, dichiara Marco Correra, neo presidente della sezione siciliana
dell’Associazione Nazionale Archeologi. “ La nostra regione merita interventi di valorizzazione moderni e
adeguati alle sfide della contemporaneità, per le quali occorre che a una chiara e trasparente volontà politica si
accompagni l’azione di tecnici competenti e preparati. Se la politica deciderà di prevaricare la sfera di
competenza degli archeologi, il risultato sarà la permanenza di forme di immobilismo culturale e opacità
amministrativa