Politica

Licata. Successo alla presentazione di “Fake News-Manuale semiserio di sopravvivenza contro le bufale” scritto da Francesco Pira e Raimondo Moncada

 

 

 

 

Una bussola nell’intricato labirinto della rete, un vaccino per prevenire e/o contrastare la pandemia. Quella, però, legata al proliferare delle fake news, le bufale costruite ad arte e nelle quali almeno una volta nella vita ciascuno è caduto. Per combattere un’industria fiorente che attacca economia, scienza e politica.

È questo ed altro il volume “Fake News – Manuale semiserio di sopravvivenza contro le bufale”, edito da Medinova, la casa editrice indipendente presieduta dal vulcanico Antonio Liotta, e scritto da due autori d’eccezione, Francesco Pira e Raimondo Moncada. L’uno – sociologo e professore di Comunicazione e Giornalismo presso l’Università degli Studi di Messina -, l’altro – giornalista, scrittore e staordinario attore amatoriale – hanno saputo fare della loro diversità una risorsa per loro stessi e per quegli “infiniti” altri che vorranno trarre giovamento dalla lettura del loro scritto.

La presentazione del libro, la prima, si è tenuta a Licata, sabato pomeriggio nel Porto Turistico Marina di Cala del Sole ed ha costituito la prima tappa di un tour che farà di certo il “giro” dell’Isola e non solo.

Ad allestire l’evento la Cooperativa Archimede e l’ Unicurs di Licata, solerti nelle attività di promozione culturale e attenti ad offrire alla cittadinanza valide occasioni di costruzione di conoscenze condivise. Grazie alla collaborazione con il Prof. Francesco Pira, dallo scorso anno, infatti, mettono a disposizione risorse e competenze organizzative per eventi come quello di sabato sera e che, in un particolare periodo qual è quello attuale, possono contribuire davvero ad assicurare una ripartenza reale, capace di favorire quelle relazioni autentiche che i libri riescono ad intessere. Il tutto nel rispetto delle norme anti – Covid.

“Fake News – Manuale semiserio di sopravvivenza contro le bufale” – 193 pagine di pure emozioni – vanta la prefazione di Stefano Vaccara, direttore e fondatore de La Voce di New York, la copertina del maestro Nicolò d’Alessandro e una foto di Ireneo Moscato, imprenditore commerciale licatese e noto attore che ha regalato agli autori uno scatto della sua famosa lavagna, quella appesa alla moto-ape in sosta davanti al suo negozio e nella quale sono riportate parole abbinate agli ortaggi.

Alla realizzazione del progetto ha contribuito anche la giornalista e docente di Lettere Cristina Graziano che ha condotto magistralmente la serata.

Dopo gli indirizzi di saluto del Presidente della Società Archimede Michele della Vecchia e del primo cittadino Pino Galanti, si sono succeduti gli interventi dell’editore Liotta e degli autori e del Vicepresidente della Società Archimede Luca Scozzari, mentre la lettura di due brani scelti dell’opera hanno potuto beneficiare dell’accompagnamento musicista licatese Paolo Grillo, che ha da poco pubblicato per l’etichetta Urban Life Records di Roma, il suo primo album “Memories Of You”, contenente brani di musica classica – contemporanea, già su tutte le piattaforme musicali. Tra il pubblico anche l’assessore Violetta Callea, con delega a Pubblica Istruzione e Politiche per la Legalità.

Il libri è diviso in due parti: una più tecnica curata da Francesco Pira che ha inserito anche una preziosa raccolta di tre anni di fake news, nelle quali è comunque bello rivedersi; un’altra, realizzata da Raimondo Moncada, che si è “divertito” a scriverle invece.

La singolarità dell’opera è stata evidenziata dall’editore Antonio Liotta che ha sottolineato l’unicità del progetto editoriale, riconosciuto anche durante una trasmissione nazionale di Radio 24 l’emittente del gruppo Il Sole 24 ore e da prestigiose recensioni nazionali e regionali.

Particolarmente avvincente la performance dell’autore Raimondo Moncada che ha interpretato due suoi brani

“Fake news esce in un momento particolare – afferma Francesco Pira -. È un tema di grandissima attualità e, durante l’emergenza Covid, abbiamo assistito alla loro notevole proliferazione. È un libro sperimentale e su questo ci confronteremo con i lettori”

“Questo libro ha come obiettivo far aprire gli occhi ed anche il cervello alle persone che scorrono le notizie senza più attenzione, senza badare più al loro contenuto – continua Raimondo Moncada -. È importante acquisire consapevolezza, perché bisogna stare attenti a chi le spara più grosse di voi ed avrete l’immortalità”. Notevole l’interazione con il pubblico. Tanti i sorrisi regalati ai presenti, tanti gli applausi per i due autori. Altre presentazioni sono previste a Canicattì venerdì 17, a Sciacca sabato 18, ad Agrigento e Realmonte nella prima decade di agosto.