Favara Politica Primo piano Provincia Sicilia

Favara. La difficile situazione del conferimento rifiuti da parte degli abitanti di Favara Ovest al centro della missiva di Konsumer Sicilia

 

La richiesta di chiarimenti in merito al conferimento dei rifiuti da parte dei FAVARESI residenti nella zona agrigentina denominata “FAVARA OVEST” e l’invito ad un maggiore controllo del conferimento dello stesso è argomento della lettera dell’avvocato Giuseppe Di Miceli- nella qualità di coordinatore per il Libero Consorzio dei Comuni di Agrigento per l’Associazione dei Consumatori e dell’Ambiente- Konsumer Sicilia, indirizzata ai sindaci di Agrigento e di Favara. Di seguito la missiva integrale
“Gent.mo Sindaco di Agrigento,
il sottoscritto Avv. Giuseppe Di Miceli, nella qualità di coordinatore per il Libero Consorzio dei Comuni di Agrigento per l’Associazione in difesa dei Consumatori e dell’Ambiente – KONSUMER Sicilia, le scrivo in merito alla raccolta dei rifiuti “avviata” dal 01/01/2019 per i residenti nella zona appartenente al territorio agrigentino, denominata “FAVARA OVEST”.
In merito al comunicato stampa, su tale raccolta, recante la Sua firma e quella dell’Assessore al ramo, del 31/12/2018, pubblicato nella Home Page del sito del Comune di Agrigento, nel quale si legge “Il servizio prevede la realizzazione di un’ “isola di prossimità” a servizio degli abitanti residenti. Inizialmente si procederà con la messa a disposizione di un furgone presso l’area di proprietà comunale ove ogni giorno dalle ore 7.00 alle ore 10.00 si potrà conferire il rifiuto differenziato …” preso atto che comunque la presenza di un solo furgone per la raccolta dei rifiuti, risulta insufficiente per la dimensione della zona interessata, Le chiedo:
1. quale la motivazione di questo metodo discriminante, considerato che ad Agrigento è in vigore la raccolta porta a porta dei rifiuti;
2. quale sia “l’area” a cui si riferisce il comunicato, considerato che, nello stesso, non è stata adeguatamente specificata;
3. quali gli strumenti adottati per l’igiene e la salute ambientale dell’area stessa e delle zone circostanti, considerata l’immediata vicinanza di cittadini favaresi residenti nel territorio del Comune di Favara;
4. quale fascia di riduzione Tari per zona non servita (differente secondo la distanza dell’immobile dal punto di raccolta) verrà applicata ai residenti nella zona di FAVARA OVEST, considerata che la vastità della zona stessa, creerà un’ulteriore discriminazione nell’imposizione tributaria tra gli stessi residenti;
5. Quale sarà il metodo di spazzamento e la vigilanza che il Comune di Agrigento vorrà esercitare per la pulizia e la prevenzione dell’abbandono dei rifiuti sulle maggiori strade di accesso al Comune di Favara (che ci legge), considerato che il confine dell’area è tracciato da strade comunali che appartengono al territorio di quest’ultimo Ente Locale, come, solo per citarne alcune, c.da Burgialamone, Saraceno e viale Progresso (venendo da Agrigento fino a Favara) e viale Regione Siciliana (venendo da Aragona fino a Favara).
Gent.mo Sindaco di Favara,
il sottoscritto Avv. Giuseppe Di Miceli, nella qualità di coordinatore per il Libero Consorzio dei Comuni di Agrigento per l’Associazione in difesa dei Consumatori e dell’Ambiente – KONSUMER Sicilia, la INVITO a monitorare la superiore raccolta ed a prendere i dovuti provvedimenti, onde evitare un aumento vertiginoso dell’abbandono dei rifiuti sulle strade comunali di Favara e, nella “migliore” delle ipotesi, che alcuni FAVARESI residenti nella zona, ad oggi, agrigentina, costretti dalla situazione venutasi a creare, possano attraversando la strada, conferire il proprio mastello accanto a quello del proprio dirimpettaio residente favarese, sobbarcando il costo della raccolta all’Ente da Lei rappresentato, senza versare nemmeno un centesimo di tassa per la raccolta stessa, che invece verrà incassata dal Comune di Agrigento.

Per qualsiasi comunicazione è possibile rivolgersi telefonicamente al Coord. del Lib. Cons. di Agrigento della scrivente Associazione, Avv. Giuseppe Di Miceli, cell. 3283043787, e/o inviare Vostra corrispondenza ai recapiti a piè di pagina.